Configurazione VPN per app (criterio utente iOS)

La configurazione Per app VPN permette di configurare le impostazioni della VPN per app individuali.

Panoramica

Le app possono essere configurate in modo da connettersi automaticamente a una VPN quando si avviano. È per esempio possibile verificare che i dati trasmessi da app gestite viaggino via VPN.

Dopo aver creato una configurazione Per app VPN, è possibile selezionarla nella pagina Modifica pacchetto di un'app. Vedere Assegnazione di una connessione VPN a un'app su iPhone o iPad.

Impostazioni

Impostazione

Descrizione

Nome connessione

Il nome della connessione visualizzato sul dispositivo.

Tipo di connessione

Il tipo di connessione VPN:

  • Cisco AnyConnect
  • Cisco Legacy AnyConnect
  • F5
  • Check Point
  • SSL/TLS personalizzato

Selezionare SSL/TLS personalizzato se il vendor della VPN ha un'app nell'App Store che fornisce la connessione VPN.

Identificatore (formato DNS inverso)

L'identificatore dell'app VPN in formato DNS inverso.

L'app deve essere installata sul dispositivo.

Esempio: com.example.vpn

Server

Il nome host o l'indirizzo IP del server.

Account

L'account utente per l'autenticazione della connessione.

Impostazioni terze parti

Se il vendor ha specificato proprietà di connessione personalizzate, è possibile inserirle in questo campo.

Per immettere una proprietà, cliccare su Aggiungi, e successivamente specificare la Chiave e il Valore della proprietà nella casella di dialogo.

Invia tutto il traffico tramite VPN

L’intero traffico viene inviato tramite VPN.

Gruppo

Il gruppo richiesto per l'autenticazione della connessione.

Autenticazione utente

Il tipo di autenticazione utente per la connessione: Password o Certificato.

Password

La password per l'autenticazione VPN.

Certificato

Il certificato per l'autenticazione VPN.

Proxy

Le impostazioni proxy per la connessione:

  • Nessun proxy
  • Manualmente

    Se si seleziona questa opzione, vengano visualizzati i campi Server e porta, Autenticazione e Password. Nel campo Server e porta, inserire un indirizzo e una porta del server proxy validi. Nel campo Autenticazione, immettere il nome utente per la connessione al server proxy. Nel campo Password, inserire la password per la connessione al server proxy.

  • Automatico

    Se si seleziona questa opzione, viene visualizzato il campo URL server proxy. È possibile inserire in questo campo l'URL del server con impostazioni proxy.

Tipo di provider

Il tipo di connessione VPN.
  • Proxy app: Il traffico di rete viene inviato attraverso un tunnel VPN a livello applicazione.
  • Tunnel pacchetti: Il traffico di rete viene inviato attraverso un tunnel VPN a livello rete.

Domini in Safari

Domini per i quali iOS utilizza una connessione VPN quando vengono aperti in Safari o in un altro browser basato su WebKit.

Domini nel Calendario

Domini per i quali iOS utilizza una connessione VPN quando vengono aperti nel Calendario.

Domini nei Contatti

Domini per i quali iOS utilizza una connessione VPN quando vengono aperti nei Contatti.

Domini in Mail

Domini per i quali iOS utilizza una connessione VPN quando vengono aperti in Mail.

Come immettere i domini

Le seguenti regole sono applicabili ai campi Domini in Safari, Domini nel Calendario, Domini nei Contatti e Domini in Mail:

  • Immettere un dominio, dominio parziale o un nome host per riga.
  • Un dominio parziale trova corrispondenza con un nome di dominio quando tutti i componenti trovano corrispondenza, da destra verso sinistra.

    Ad esempio, esempio.com troverà corrispondenza con www.esempio.com e mail.esempio.com, ma non con www.unesempio.com o esempio.com.net.

  • I punti all'inizio e alla fine vengono ignorati.

    Ad esempio, .esempio.com ed esempio.com sono equivalenti.

  • Quando si immette una stringa senza punti, questa troverà corrispondenza con un host con quel nome.

    Ad esempio, com troverà corrispondenza con com, ma non con www.esempio.com.

Per motivi di sicurezza, viene applicata una regola aggiuntiva ai campi Domini nel Calendario, Domini nei Contatti e Domini in Mail:

  • Il dominio di secondo livello deve trovare corrispondenza con il dominio di secondo livello del server VPN.

    Ad esempio, se l'indirizzo del server VPN è vpn.esempio.com, il dominio può essere mail.esempio.com ma non mail.acme.com.